La disinformazione sull’amalgama dentale rischia di danneggiare i pazienti

La disinformazione sull’amalgama dentale rischia di danneggiare i pazienti

Da tempo contro l’amalgama dentale è in atto una campagna di disinformazione incomprensibile e soprattutto non supportata da nessuna ricerca scientifica. Sotto accusa è la presenza di piccole tracce di mercurio all’interno del composto e le presunte complicanze che questo materiale avrebbe provocato nei pazienti con un’otturazione realizzata con questo materiale.

Quali fattori influenzano lo sviluppo di perimplantite? 

Quali fattori influenzano lo sviluppo di perimplantite? 

Questa revisione tratta i possibili indicatori di rischio per lo sviluppo di perimplantite. Gli autori affermano come accumulo di placca, pregressa storia clinica di parodontite, fumo, impiego eccessivo di cemento durante il posizionamento del manufatto protesico e mancanza di terapie di supporto dovrebbero essere tutti considerati indicatori di rischio di perimplantite, sebbene il supporto scientifico per alcuni di essi sia limitato e la loro forza sia di entità variabile.

L’effetto di differenti metodi per la riduzione della placca

L’effetto di differenti metodi per la riduzione della placca

Si tratta di un report prodotto dall’11° European Workshop in Periodontology relativamente alla prevenzione primaria della parodontite. Il gruppo di lavoro si è focalizzato sulla valutazione di quattro differenti approcci: i regimi di auto-controllo meccanico della placca, l’auto-controllo meccanico della placca interdentale, il controllo chimico adiuvante della placca e gli agenti volti a ridurre l’infiammazione.